Emergenza Covid-19: proroga versamenti - anticipazioni DL Covid Ter

Gentili Clienti,

in attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge Covid ter del 16 marzo 2020, siamo ad anticipare alcuni importanti dettagli relativi alla proroghe dei versamenti tributari e previdenziali. Evidenziamo infatti che il differimento del versamento dei contributi, ritenute ed Iva è differenziato in base alla categoria di soggetto, come da tabella sottostante:



Contribuenti: Imprese turistico – ricettive, agenzie di viaggio e turismo, tour operator, società sportive, professionistiche e dilettantistiche, soggetti che gestiscono stadi, impianti sportivi, palestre, club e strutture per danza, fitness e culturismo, centri sportivi, piscine e centri natatori, ricevitorie del lotto, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, bar e pub, aziende termali ecc,

Versamenti sospesi: Sospesi dal 2 marzo al 30 aprile 2020 i versamenti delle ritenute sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, dei contributi e premi previdenziali.

Sospesi i versamenti Iva in scadenza a marzo 2020 (al momento, non è previsto un termine per la ripresa dei pagamenti

Nuovi termini: I versamenti sospesi delle ritenute sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, dei contributi e premi previdenziali, dovranno essere effettuati in unica soluzione entro il 31 maggio 2020, che slitta a lunedì 1° giugno, o a rate fino ad un massimo di 5 mensili di pari importo, a decorrere dalla stessa data.

La sospensione si allunga di un mese (quindi al 30 giugno) per le associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche

Contribuenti: Contribuenti esercenti impresa, arte o professione con ricavi o compensi non superiori a 2milioni di euro nel periodo d’imposta 2019

Versamenti sospesi: Sospesi i versamenti da autoliquidazione che scadono tra 8 e 31 marzo 2020, relativi a: ritenute sui redditi di lavoro dipendente e assimilati; Iva; contributi previdenziali e assistenziali; premi per assicurazione obbligatoria

Nuovi termini: I versamenti sospesi si dovranno effettuare in unica soluzione entro il 31 maggio 2020, che slitta a lunedì 1° giugno 2020, o in rate mensili, fino ad un massimo di 5, a decorrere dalla stessa data.

Chi ha già pagato, non ha diritto al rimborso

Contribuenti: Per tutti gli altri contribuenti

(mini -proroga di 4 giorni)

Versamenti sospesi: Sono prorogati al 20 marzo 2020 i versamenti nei confronti delle pubbliche amministrazioni, inclusi quelli relativi ai contributi previdenziali ed assistenziali ed ai premi per l’assicurazione obbligatoria, in scadenza lunedì 16 marzo 2020

I pagamenti in scadenza il 16 marzo 2020 si potranno effettuare entro il 20 marzo 2020

Contribuenti: Tutti i contribuenti

Versamenti sospesi: Sospesi i termini dei versamenti, in scadenza dall’8 marzo al 31 maggio 2020, derivanti da cartelle emesse dagli agenti della riscossione, ed i pagamenti dovuti a seguito di accertamenti esecutivi delle Entrate, avvisi di addebito dell’Inps, atti di accertamento emessi delle Dogane e atti esecutivi emessi dagli enti locali

Nuovi termini: I versamenti sospesi si dovranno effettuare in unica soluzione entro il 30 giugno 2020.

Chi ha già pagato, non ha diritto al rimborso

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Esportatori abituali – novità introdotte nel 2020

La presente per ricordare, in tema di esportatori abituali, alcune novità entrate in vigore durante l’anno 2020 e applicabili anche nel 2021. In particolare: la dichiarazione di intento non dovrà più