Emergenza Covid - 19: Novità Decreto "Ristori-bis"

Il D.L. 149/2020, cosiddetto Decreto “Ristori-bis”, integra ed aggiorna diverse disposizioni già contenute nel precedente Decreto “Ristori” (si rinvia a nostra precedente circolare del 30.10.2020 https://www.slec.it/circolari/184-emergenza-covid-19-novita-decreto-ristori ).

Contributo a fondo perduto

Di seguito le principali modifiche:

  • viene introdotta una nuova percentuale minima, ai fini del calcolo del contributo pari al 50% riguardante esclusivamente gli internet point (codice ATECO 619020) e la ristorazione con somministrazione con preparazione di cibi da asporto (561020);

  • sono previste nuove attività beneficiare del contributo, nella quota percentuale del 100%, ad esempio, le attività di fotoreporter (742011), le lavanderie industriali (960110) e i corsi di danza (855201); nella quota percentuale del 200% ad esempio, i corsi sportivi e ricreativi (855100), le attività dei musei (910200), delle biblioteche (910100), dei luoghi e monumenti storici (910300);

  • per gelateria e pasticcerie (561030 e 561041), bar e altri esercizi simili senza cucina (563000) e alberghi (551000) con domicilio fiscale o sede operativa nelle zone rosse e arancioni, la quota percentuale del contributo è pari al 200% (viene aggiunto un ulteriore 50% rispetto alla quota indicata dal precedente Decreto “Ristori”);

  • nell’anno 2021, agli operatori con sede operativa nei centri commerciali e agli operatori delle produzioni industriali del comparto alimentare e delle bevande interessati dalle misura restrittive del D.P.C.M. del 3 novembre 2020, viene riconosciuto un ulteriore contributo che sarà erogato dall’Agenzia delle Entrate successivamente all’emanazione di uno specifico provvedimento e comunque previa presentazione di apposita istanza.

Nel dettaglio il contributo sarà così determinato:

  • 30% di quanto già stabilito dal Decreto Ristori, per i soggetti che svolgono quale attività prevalente una di quelle riferite ai codici Ateco della tabella sotto riportata;

  • 30% del valore calcolato sulla base del contributo a fondo perduto ottenuto dal precedente Decreto Rilancio per tutti gli altri soggetti non rientranti nella tabella sotto riportata.

Codice Ateco

Attività

493210

Trasporto con taxi

493220

Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente

493901

Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano

551000

Alberghi

552010

Villaggi turistici

552020

Ostelli della gioventù

552030

Rifugi di montagna

552040

Colonie marine e montane

552051

Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence 552052

Attività di alloggio connesse alle aziende agricole

553000

Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte

559020

Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero

561011

Ristorazione con somministrazione

561012

Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole

561030

Gelaterie e pasticcerie

561041

Gelaterie e pasticcerie ambulanti

561042

Ristorazione ambulante

561050

Ristorazione su treni e navi

562100

Catering per eventi, banqueting

563000

Bar e altri esercizi simili senza cucina

591300

Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi

591400

Attività di proiezione cinematografica

749094

Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport

773994

Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi

799011

Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d'intrattenimento

799019

Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca

799020

Attività delle guide e degli accompagnatori turistici

823000

Organizzazione di convegni e fiere

855209

Altra formazione culturale

900101

Attività nel campo della recitazione

900109

Altre rappresentazioni artistiche

900201

Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli

900209

Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche

900309

Altre creazioni artistiche e letterarie

900400

Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche

920009

Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo)

931110

Gestione di stadi

931120

Gestione di piscine

931130

Gestione di impianti sportivi polivalenti

931190

Gestione di altri impianti sportivi nca

931200

Attività di club sportivi

931300

Gestione di palestre

931910

Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi

931999

Altre attività sportive nca

932100

Parchi di divertimento e parchi tematici

932910

Discoteche, sale da ballo night-club e simili

932930

Sale giochi e biliardi

932990

Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca

949920

Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby 949990

Attività di altre organizzazioni associative nca

960410

Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali}

960420

Stabilimenti termali

960905

Organizzazione di feste e cerimonie

493909

Altre attività di trasporti terrestri di passeggeri nca

503000

Trasporto di passeggeri per vie d'acqua interne (inclusi i trasporti lagunari)

619020

Posto telefonico pubblico ed Internet Point 742011

Attività di fotoreporter

742019

Altre attività di riprese fotografiche

855100

Corsi sportivi e ricreativi

855201

Corsi di danza

920002

Gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro funzionanti a moneta o a gettone

960110

Attività delle lavanderie industriali

477835

Commercio al dettaglio di bomboniere

522130

Gestione di stazioni per autobus

931992

Attività delle guide alpine

743000

Traduzione e interpretariato

561020

Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto

910100

Attività di biblioteche ed archivi

910200

Attività di musei

910300

Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili

910400

Attività degli orti botanici, dei giardini zoologici e delle riserve naturali

205102

Fabbricazione di articoli esplosivi

Sospensioni versamenti seconda rata acconto per zone rosse ed arancioni

L’art. 6 del Decreto “Ristori-bis” amplia la platea dei soggetti beneficiari della proroga al 30 aprile 2021 del termine del versamento della seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e dell'IRAP dovuto per il periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019, introdotta dal Decreto Agosto; viene infatti consentito che tale differimento sia possibile senza verifica della riduzione del fatturato per:

  • i soggetti che esercitano attività sospese o limitate a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 con domicilio fiscale o la sede operativa nelle aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto (si tratta delle Regione della c.d. zona rossa);

  • soggetti esercenti l’attività di gestione di ristoranti nelle aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di elevata gravità e da un livello di rischio alto (zona arancione).

Sospensione contributi relativi ai dipendenti

Per i datori di lavoro privati, appartenenti ai settori già elencati nella tabella codici ATECO sopra riportata, sono sospesi i termini relativi ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria, ad eccezione dei premi Inail, dovuti nel mese di novembre (competenza ottobre).

È altresì sospeso il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti nel mese di novembre 2020, in favore dei datori di lavoro privati che abbiano unità produttive o operative nelle zone rosse.

I pagamenti degli importi sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un'unica soluzione entro il 16 marzo 2021 o mediante rateizzazione fino a un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 marzo 2021. Il mancato pagamento di due rate, anche non consecutive, determina la decadenza dal beneficio della rateazione

***********

Rimaniamo volentieri a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito.

Cordiali saluti.

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Esportatori abituali – novità introdotte nel 2020

La presente per ricordare, in tema di esportatori abituali, alcune novità entrate in vigore durante l’anno 2020 e applicabili anche nel 2021. In particolare: la dichiarazione di intento non dovrà più