novità intrastat per il 2018

Con la pubblicazione del provvedimento n. 19440 del 25 settembre 2017, congiunto tra Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, sono state apportate alcune semplificazioni applicabili ai modelli Intrastat con periodo di riferimento decorrente dal 1°gennaio 2018.

Il provvedimento interviene disponendo quanto segue.

Intrastat acquisti di beni e servizi

 abolizione dei modelli trimestrali relativi agli acquisti di beni e servizi;  presentazione esclusivamente ai fini statistici dei modelli mensili relativi agli acquisti di beni e servizi;  periodicità mensile per acquisti di beni: superamento in almeno uno dei quattro trimestri precedenti della soglia di operazioni di Euro 200.000;  periodicità mensile per acquisti di servizi: superamento in almeno uno dei quattro trimestri precedenti della soglia di operazioni di Euro 100.000;  per gli acquisti di servizi semplificazione della tabella dei “Codici Servizio” con riduzione da sei a cinque cifre.

Intrastat cessioni di beni e servizi

 mantenimento dei modelli esistenti per le cessioni di beni e di servizi, sia mensili che trimestrali. Per tali operazioni, in particolare, la presentazione con periodicità mensile o trimestrale resta ancorata al superamento o meno della soglia di operazioni di Euro 50.000 in uno dei quattro trimestri precedenti;  per coloro che presentano i modelli “cessione di beni” con periodicità mensile la compilazione dei dati statistici è facoltativa se in nessuno dei quattro trimestri precedenti venga superata la soglia di operazioni di Euro 100.000;  per le prestazioni di servizi semplificazione della tabella dei “Codici Servizio” con riduzione da sei a cinque cifre.

Il nuovo sistema richiede evidentemente che la verifica in ordine al superamento della soglia sia effettuata distintamente per ogni categoria di operazioni. Le soglie operano in maniera indipendente: il superamento della soglia per una singola categoria non incide sulla periodicità relativa alle altre tre categorie di operazioni (ad esempio, se nel corso di un trimestre un soggetto passivo ha realizzato acquisti intracomunitari di beni pari a 300.000 euro e, nel medesimo periodo, ha ricevuto servizi intracomunitari per 10.000 euro, sarà tenuto a presentare mensilmente l’elenco riepilogativo dei soli acquisti intracomunitari di beni, e non quello dei servizi intracomunitari ricevuti).

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Esportatori abituali – novità introdotte nel 2020

La presente per ricordare, in tema di esportatori abituali, alcune novità entrate in vigore durante l’anno 2020 e applicabili anche nel 2021. In particolare: la dichiarazione di intento non dovrà più