Tax credit per l’acquisto di energia e gas naturale – proroga agevolazione

Rinviando alla nostra precedente circolare pubblicata il 28 marzo 2022, si informa che con due recenti Decreti, è stato disposto, anche a favore delle imprese non energivore e non gasivore, il riconoscimento di un credito di imposta proporzionale all’incremento dei consumi di energia elettrica e di gas naturale anche per il III trimestre 2022 nonché per i mesi di ottobre e novembre 2022.



Tax credit energia elettrica


Per le imprese non energivore, titolari di almeno una fornitura con potenza disponibile pari o superiore a 16,5kW è riconosciuto un credito di imposta pari al 15% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica acquistata e utilizzata (al netto di imposte e sussidi) nel II e III trimestre 2022.

L’agevolazione è stata recentemente concessa e incrementata al 30% anche per i mesi di ottobre e novembre 2022, ampliando la platea dei beneficiari ai titolari di almeno una fornitura con potenza disponibile pari o superiore a 4,5kW.

Il contributo è riconosciuto a condizione che il prezzo medio per kWh della componente energia abbia subito un incremento superiore al 30% del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.


L’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA) ha stabilito che i venditori di energia elettrica e di gas naturale che rifornivano le imprese sia nel 2019 sia nel 2022 debbano comunicare (entro 60 giorni dalla scadenza del periodo per il quale spetta il credito di imposta) l’incremento del costo e l’eventuale ammontare del credito di imposta spettante, a fronte di specifica richiesta da formulare da parte dell’impresa beneficiaria via pec (si veda in calce fac simile lettera da inviare al fornitore).

Categoria

Periodo riferimento

Spettanza del credito di imposta

Calcolo del contributo

Imprese non energivore

​II trimestre 2022

Incremento del 30% della componente energetica nel I trimestre 2022 rispetto al I trimestre 2019

​15% del costo sostenuto nel II trimestre 2022

​Imprese non energivore

III trimestre 2022

Incremento del 30% della componente energetica nel II trimestre 2022 rispetto al II trimestre 2019

15% del costo sostenuto nel III trimestre 2022

Imprese non energivore

Ottobre – novembre 2022

Incremento del 30% della componente energetica nel III trimestre 2022 rispetto al III trimestre 2019*

​30% del costo sostenuto nei mesi di ottobre e novembre 2022

* Rispetto al II e al III trimestre 2022, per i mesi di ottobre e novembre 2022 l’ambito soggettivo dei beneficiari è ampliato ai titolari di almeno una fornitura con potenza disponibile pari o superiore a 4,5 kW.




Tax credit gas naturale


Per le imprese non gasivore è riconosciuto un credito di imposta pari al 25% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas consumato nel II e III trimestre 2022, per usi diversi da quelli termoelettrici.

L’agevolazione è stata recentemente concessa e incrementata al 40% anche per i mesi di ottobre e novembre 2022. Il contributo è riconosciuto a condizione che il prezzo di riferimento del Mercato Infragiornaliero (MI-GAS) del gas naturale abbia subito un incremento superiore al 30% del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.


L’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA) ha stabilito che i venditori di energia elettrica e di gas naturale che rifornivano le imprese sia nel 2019 sia nel 2022 debbano comunicare (entro 60 giorni dalla scadenza del periodo per il quale spetta il credito di imposta) l’incremento del costo e l’eventuale ammontare del credito di imposta spettante, a fronte di specifica richiesta da formulare da parte dell’impresa beneficiaria via pec (si veda in calce fac simile lettera da inviare al fornitore).


Categoria

Periodo riferimento

Spettanza del credito di imposta

Calcolo del contributo

Imprese non gasivore

II trimestre 2022

Incremento del 30% del gas consumato nel I trimestre 2022 rispetto al I trimestre 2019

25% del costo sostenuto nel II trimestre 2022

Imprese non gasivore

III trimestre 2022

Incremento del 30% del gas consumato nel II trimestre 2022 rispetto al II trimestre 2019

25% del costo sostenuto nel III trimestre 2022

Imprese non gasivore

Ottobre – novembre 2022

Incremento del 30% del gas consumato nel III trimestre 2022 rispetto al III trimestre 2019*

40% del costo sostenuto nei mesi di ottobre e novembre 2022



Disposizioni comuni ai tax credit energia e gas naturale


I crediti di imposta corrispondenti ai contributi spettanti:

  • devono essere utilizzati esclusivamente in compensazione nel modello F24 e non possono essere richiesti a rimborso;

  • hanno dei termini massimi di utilizzo:

- quelli relativi al II trimestre 2022 devono essere utilizzati entro il 31 dicembre 2022;

- quelli relativi al III trimestre 2022 e quelli relativi ai mesi di ottobre e novembre 2022 .. devono essere utilizzati entro il 31 marzo 2023.

  • non concorrono alla formazione del reddito e dell’IRAP;

  • sono cumulabili con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo, tenuto conto anche della non concorrenza alla formazione del reddito e dell’IRAP, non porti al superamento del costo sostenuto;

  • in alternativa all’utilizzo diretto, possono essere ceduti, solo per intero, ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari, senza facoltà di successiva cessione, fatta salva la possibilità di due ulteriori cessioni solo se effettuate a favore di “soggetti vigilati” (quali banche e intermediari finanziari, società appartenenti a un gruppo bancario e imprese di assicurazione);

  • in caso di cessione del credito d’imposta, le imprese beneficiarie richiedono il visto di conformità, rilasciato dai professionisti abilitati, relativo alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto al credito d’imposta.

Di seguito i codici tributo per l’utilizzo:

6963: credito di imposta energia II trimestre 2022;

6964: credito di imposta gas II trimestre 2022;

6970: credito di imposta energia III trimestre 2022;

6971: credito di imposta gas III trimestre 2022;

6985: credito di imposta energia ottobre e novembre 2022;

6986: credito di imposta gas ottobre e novembre 2022.


__________________________________________________________________________________


Fac simile lettera da inviare al fornitore di energia elettrica

OGGETTO: richiesta di comunicazione calcolo incremento prezzo e ammontare del credito d’imposta

TESTO: Con la presente, il sottoscritto, legale rappresentante / titolare della ditta ………………, con sede in …………………….., codice fiscale …………………………., contratto di fornitura n. …………….. richiede la comunicazione recante il calcolo dell’incremento del costo della componente energetica e l’ammontare del credito d’imposta per il III trimestre, che riporti:

a) il prezzo medio della componente energetica nel II trimestre 2022 al netto delle imposte e degli eventuali sussidi;

b) il prezzo medio della componente energetica nel II trimestre 2019 al netto delle imposte e degli eventuali sussidi;

c) l’elenco dei punti di prelievo considerati nei conteggi di cui alle precedenti lettere a) e b);

d) il confronto in percentuale fra i valori di cui alle precedenti lettere a) e b);

e) se dal confronto di cui alla precedente lettera d) emerga un incremento del costo per kWh:

‑ superiore al 30%, il valore del credito di imposta spettante al cliente;

‑ inferiore al 30%, l’indicazione che per i soli punti di prelievo di cui al la lettera c) la condizione per accedere al credito di imposta non è verificata;

f) l’indicazione che qualora l'impresa abbia nella propria titolarità punti di prelievo di energia elettrica ulteriori da quelli di cui alla lettera c), i conteggi comunicati non sono sufficienti a determinare né la titolarità del credito né il credito d’imposta, poiché in tali casi le quantificazioni devono essere effettuate sull’insieme di tutti i punti di prelievo nella titolarità dell’impresa.


In attesa di gentile riscontro, si porgono distinti saluti

Firmato, il legale rappresentante dell’impresa



__________________________________________________________________________________



Fac simile lettera da inviare al fornitore di gas naturale

OGGETTO: richiesta di comunicazione calcolo incremento prezzo e ammontare del credito d’imposta

TESTO: Con la presente, il sottoscritto, legale rappresentante / titolare della ditta ………………, con sede in …………………….., codice fiscale …………………………., contratto di fornitura n. …………….. richiede la comunicazione riportante il calcolo dell’incremento del prezzo di riferimento del gas naturale e l’ammontare del credito d’imposta per il III trimestre, che riporti:

a) l’informazione che l’incremento del prezzo di riferimento del gas naturale relativo al II trimestre solare dell'anno 2022, rispetto al corrispondente prezzo medio del medesimo trimestre dell’anno 2019, assumendo come riferimento la media dei prezzi mensili del Mercato Infragiornaliero (MI-GAS), è superiore al 30%;

b) il valore del credito di imposta spettante al cliente relativamente al gas consumato per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici nel III trimestre solare dell'anno 2022;

c) l’elenco dei punti di riconsegna del gas naturale considerati nel conteggio di cui alla precedente lettera b);

d) l’indicazione che i conteggi comunicati riguardano soltanto i punti di riconsegna di cui alla lettera c) e pertanto, qualora l’impresa sia titolare di ulteriori punti di riconsegna può tenere conto anche degli eventuali conteggi relativi agli ulteriori punti di riconsegna per la determinazione del credito di imposta dell’impresa.


In attesa di gentile riscontro, si porgono distinti saluti

Firmato, il legale rappresentante dell’impresa

40 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il Decreto Aiuti-quater, esaminato dal Consiglio dei ministri di giovedì 10 novembre, ha portato da Euro 600 a Euro 3.000 la soglia di esenzione fiscale e contributiva dei benefit. In proposito si ric