top of page

Agevolazioni SIMEST

SIMEST ha attivato sei linee d’intervento per la presentazione delle richieste agevolative; si specifica che la spesa minima è di € 10.000.

Si tratta delle seguenti misure:

  1. Transizione Digitale o Ecologica delle PMI con Vocazione Internazionale;

  2. Inserimento Mercati;

  3. Certificazioni e Consulenze;

  4. Fiere ed Eventi;

  5. E-Commerce;

  6. Temporary Manager.


1. TRANSIZIONE DIGITALE O ECOLOGICA DELLE PMI CON VOCAZIONE INTERNAZIONALE

Dedicata alle imprese che intendono effettuare investimenti per l’innovazione digitale o per la transizione ecologica nonché investimenti produttivi generici per il rafforzamento della solidità patrimoniale, a beneficio della loro competitività sui mercati internazionali.

BENEFICIARI

Tutte le imprese, e in particolare alle Micro, Piccole e Medie Imprese.

Questo finanziamento si rivolge anche:

  • alle PMI delle filiere produttive;

  • alle Imprese con Interessi nei Balcani Occidentali;

  • alle Imprese localizzate nei territori colpiti dagli eventi alluvionali verificatisi a partire dal 1° maggio 2023;

  • al Rafforzamento della solidità patrimoniale delle imprese con vocazione internazionale

SPESE AMMISSIBILI

  • spese per transizione digitale (es. nuove tecnologie, programmi informatici, consulenze in ambito digitale, blockchain, investimenti in ambito Industria 4.0, etc,);

  • spese per transizione ecologica (es. investimenti per la sostenibilità ambientale e sociale come efficientamento energetico, spese per l’ottenimento di certificazioni ambientali);

  • spese per investimenti volti a rafforzare la solidità patrimoniale, anche in Italia;

  • spese per consulenze professionali per verifiche di conformità alla normativa ambientale nazionale;

  • spese per consulenze finalizzate alla presentazione e gestione della richiesta.

Non sono ammissibili/finanziabili le spese per attività connesse all’esportazione, ossia le attività direttamente collegate ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione, o le spese correnti connesse con l’attività di esportazione.

Sono altresì escluse le spese per immobilizzazioni immateriali e finanziarie e quelle relative ad attività proprie (es. le spese riferite al personale del Richiedente).

CONTRIBUTO:

si tratta di un finanziamento a tasso agevolato che può essere utilizzato:

  • fino al 50% dell’importo complessivo deliberato – a sostegno degli investimenti in Transizione Digitale e/o Ecologica;

  • fino al 50% – può essere invece destinata al rafforzamento patrimoniale dell’impresa.

Tale quota può inoltre essere elevata fino a:

  • 70% dell’importo deliberato per le imprese che hanno subito un incremento dei costi energetici pari al 100% e che hanno un fatturato export pari ad almeno il 20% in fase di presentazione della domanda;

  • 80% dell’importo deliberato per le Imprese con Interessi nei Balcani Occidentali;

  • 90% dell’importo deliberato per le Imprese localizzate nei territori colpiti dagli eventi alluvionali verificatisi a partire dal 1° maggio 2023 individuati nell’Allegato I del DL 61/2023.

L’importo massimo che può essere richiesto è pari al minore tra:

  • il 35% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due Bilanci (voce A1 del conto economico); e

  • € 500.000 per le Micro Imprese; € 2.500.000 per le PMI e PMI innovative; € 5.000.000 per le Altre imprese.

La quota di contributo a fondo perduto arriva fino al 10% dell’importo dell’intervento agevolativo (e comunque fino ad un massimo di € 100.000,00) e può essere richiesto da aziende con requisiti specifici.

DURATA

6 anni, di cui 2 anni di pre-ammortamento

 

2. INSERIMENTO MERCATI

Dedicata alle imprese che vogliono realizzare programmi di inserimento sui mercati internazionali, attraverso l’apertura di una propria struttura in un Paese estero; oppure che intendono rafforzare la propria presenza su mercati già presidiati, attraverso il potenziamento della propria struttura o del personale sul posto.

BENEFICIARI

Tutte le imprese, e in particolare alle Micro, Piccole e Medie Imprese.

 SPESE AMMISSIBILI

  • apertura di nuove strutture commerciali all’estero ove non già presenti;

  • potenziamento e/o sostituzione di una propria struttura già esistente.

CONTRIBUTO

L’importo massimo dell’Intervento Agevolativo che può essere richiesto è pari al minore tra:

  • il 35% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due Bilanci (voce A1 del conto economico)

  • € 500.000 per le Micro Imprese; € 2.500.000 per le PMI e PMI innovative; € 3.500.000 per le Altre imprese

La quota di contributo a fondo perduto arriva fino al 10% dell’importo dell’intervento agevolativo (e comunque fino ad un massimo di € 100.000,00) e può essere richiesto da aziende con requisiti specifici.

DURATA

6 anni, di cui 2 anni di pre-ammortamento

 

3. CERTIFICAZIONI E CONSULENZE

Si tratta di un finanziamento riservato alle imprese che realizzano progetti di internazionalizzazione, innovazione tecnologica, digitale o ecologica, tramite il supporto esclusivo di società di consulenza, o che vogliono ottenere certificazioni di prodotto, brevetti, per la tutela di diritti di proprietà intellettuale, di certificazioni di sostenibilità e innovazione tecnologica.

BENEFICIARI

Tutte le imprese, e in particolare alle Micro, Piccole e Medie Imprese.

 SPESE AMMISSIBILI

  • consulenze specialistiche e studi di fattibilità per l’internazionalizzazione dell’impresa e/o per l’innovazione digitale, tecnologica, di prodotto nell’ottica dell’internazionalizzazione dell’attività d’impresa;

  • spese per l’ottenimento di certificazioni di prodotto, per la tutela di diritti di proprietà intellettuale, di certificazioni di sostenibilità e innovazione tecnologica.

CONTRIBUTO

L’importo massimo finanziabile dell’Intervento Agevolativo che l’Impresa Richiedente può chiedere è pari al minore tra:

  • il 20% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due Bilanci (voce A1 del conto economico);

  • € 500.000;

La quota di contributo a fondo perduto arriva fino al 10% dell’importo dell’intervento agevolativo e comunque fino a un massimo di € 100.000 e può essere richiesto da aziende con requisiti specifici.

DURATA

4 anni, di cui 2 anni di pre-ammortamento

  

4. FIERE ED EVENTI

Rivolta alle imprese che partecipano, anche in Italia, a fiere, mostre, eventi e missioni imprenditoriali o di sistema, di carattere internazionale, anche virtuali, per la promozione di beni e servizi prodotti in Italia o a marchio italiano.

BENEFICIARI

Tutte le imprese, e in particolare alle Micro, Piccole e Medie Imprese.

SPESE AMMISSIBILI

  • Spese per area espositiva (es. affitto e allestimento area espositiva, attrezzature, supporto audio/video, utenze varie; costi di assicurazione; compensi riconosciuti al personale incaricato dall’impresa, etc);

  • Spese logistiche (es. trasporto a destinazione di materiale e prodotti, spese per movimentazione dei macchinari/prodotti);

  • Spese promozionali (organizzazione di business marketing, workshop, pubblicità, cartellonistica, etc);

  • Spese per consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra;

  • Spese digitali connesse alla partecipazione alla fiera/mostra (es. servizi di traduzione ed interpretariato; spese consulenziali professionali, etc.).

È destinato a sostenere le spese di partecipazione a fiere, mostre ed eventi per un massimo di 3 occasioni.

CONTRIBUTO

L’importo massimo dell’Intervento Agevolativo che l’Impresa Richiedente può chiedere è pari al minore tra:

  • il 20% dei ricavi risultanti dall’ultimo Bilancio (voce A1 del conto economico) per domande fino a € 150.000;

  • il 20% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due Bilanci (voce A1 del conto economico) per domande superiori a € 150.000;

  • € 500.000.

La quota di contributo a fondo perduto arriva fino al 10% dell’importo dell’intervento agevolativo e comunque fino a un massimo di € 100.000 e può essere richiesto da aziende con requisiti specifici.

DURATA

4 anni, di cui 2 anni di pre-ammortamento 

 

5. E-COMMERCE

Rivolta alle imprese che progettano di sviluppare il proprio commercio elettronico in Paesi esteri per beni e servizi prodotti in Italia o con marchio italiano, attraverso la creazione o il miglioramento di una piattaforma propria, o di un proprio spazio dedicato su una piattaforma di terzi.

BENEFICIARI

Tutte le imprese, e in particolare alle Micro, Piccole e Medie Imprese

 SPESE AMMISSIBILI

  • creazione e sviluppo di una Piattaforma propria oppure utilizzo di un market place;

  • investimenti per una Piattaforma propria oppure per un market place;

  • spese promozionali e formazione relative al progetto;

  • spese consulenziali professionali;

  • spese per consulenze.

CONTRIBUTO

L’Importo massimo finanziabile si aggira fino a € 500.000 e comunque non superiore al 20% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci depositati dall’impresa per una Piattaforma propria o per una Piattaforma di terzi.

La quota di contributo a fondo perduto arriva fino al 10% dell’importo dell’intervento agevolativo (e comunque fino ad un massimo di € 100.000,00) e può essere richiesto da aziende con requisiti specifici.

DURATA

4 anni, di cui 2 anni di pre-ammortamento.

 

6. TEMPORARY MANAGER

Riservato alle imprese che scelgono di avvalersi temporaneamente di figure professionali specializzate per la realizzazione di progetti di internazionalizzazione, innovazione tecnologica, digitale o ecologica.

 BENEFICIARI

Tutte le imprese, e in particolare alle Micro, Piccole e Medie Imprese

 SPESE AMMISSIBILI

  • spese per le prestazioni professionali del Temporary Manager;

  • spese strettamente connesse alla realizzazione del progetto elaborato con l’assistenza del Temporary Manager (es. attività di marketing, spese per integrazione e sviluppo digitale, spese per le certificazioni internazionali, etc);

  • spese consulenziali professionali per le verifiche di conformità alla normativa ambientale nazionale.

CONTRIBUTO

L’importo massimo dell’Intervento Agevolativo che l’Impresa Richiedente può chiedere è pari al minore tra:

  • il 20% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due Bilanci;

  • € 500.000.

La quota di contributo a fondo perduto arriva fino al 10% dell’importo dell’intervento agevolativo e comunque fino a un massimo di € 100.000 e può essere richiesto da aziende con requisiti specifici.

DURATA

4 anni, di cui 2 anni di pre-ammortamento.

58 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Nuova Sabatini

La Legge di Bilancio per il 2024 ha rifinanziato, nella misura di 100 milioni di euro, la c.d. “Nuova Sabatini”, misura di sostegno agli investimenti in beni strumentali da parte di micro, piccole e m

Comments


bottom of page