top of page

Bando Efficientamento PMI

La Regione Veneto ha pubblicato il Bando per il Riutilizzo efficiente delle risorse attraverso l'economia circolare e sostegno ai processi di produzione ed efficientamento nelle PMI.

 

Le agevolazioni sono concesse sulla base di procedura valutativa con procedimento a graduatoria sulla base della proposta progettuale presentata (fino all’esaurimento del plafond messo a disposizione di Euro 7.214.206) e lo sportello per la presentazione delle domande sarà aperto dal 23 aprile 2024 fino al 18 luglio 2024.

 

Il bando ha come destinatari le piccole e medie imprese con l’obiettivo di:

·        favorire l’adozione di nuovi processi produttivi;

·        migliorare l’efficienza della produzione;

·        sostenere il ricorso ai prodotti derivanti dal recupero di rifiuti.


Ambito Soggettivo

Micro, piccole e medie imprese in forma in possesso dei seguenti requisiti:

  • status di PMI: sono ammesse le micro, piccole e medie imprese (PMI);

  • localizzazione: gli interventi devono essere realizzato sul territorio della Regione Veneto;

  • essere regolarmente costituite, iscritte nel registro delle e attive presso la CCIAA competente;

  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non trovarsi in stato di fallimento, essere sottoposta a procedure di liquidazione (anche volontaria), concordato preventivo, concordato con continuità aziendale, amministrazione controllata o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;

  • non presentare le caratteristiche di impresa “in difficoltà” così come definite dall’articolo 2, punto 18, del Regolamento (UE) n. 651/2014;

  • situazione di regolarità contributiva previdenziale e assistenziale nei confronti di INPS, INAIL e Casse di Previdenza dei professionisti;

  • le imprese non devono operare nei settori esclusi dall’applicazione dei Regolamenti (UE) n. 651/2014, articolo 1 paragrafo 3, o n. 2023/2831, articolo 1, a seconda del regime di aiuti scelto dall’impresa richiedente;

  • essere in posizione regolare rispetto alla normativa antimafia (solo se il contributo richiesto è superiore a 150.000€).

Spese Agevolabili

Sono ammissibili le seguenti tipologie di intervento:

a) reingegnerizzazione del prodotto e/o del packaging in ottica di miglioramento della durabilità, della riparabilità o delle modalità di recupero, ivi inclusi gli impianti pilota;

b) reingegnerizzazione impiantistica del processo/prodotto volte alla sostituzione di materie prime o additivi utilizzati nel ciclo produttivo con rifiuti, End of Waste (già autorizzati o da autorizzare) o sottoprodotti, ivi inclusi gli impianti pilota;

c) reingegnerizzazione del ciclo produttivo e/o modifiche gestionali del ciclo produttivo e della supply chain al fine di migliorare l’efficienza nella produzione tramite la riduzione dei consumi di risorse e degli scarti di lavorazione, ivi inclusi gli impianti pilota;

d) reingegnerizzazione del ciclo produttivo, anche in sinergia con diverse realtà produttive, che prevenga la produzione di rifiuti attraverso la creazione di una filiera di sottoprodotti.

Le categorie ammesse a beneficio sono: impianti, macchinari, attrezzature; immobili ed edifici (nel limite del 20% della somma delle altre categorie) e terreni (nel limite del 10% della somma delle altre categorie); opere edili ed impiantistiche; licenze, servizi informativi e brevetti; consulenze specialistiche e spese per garanzie; spese generali (nel limite del 5% della somma delle altre categorie).


Misura del Contributo

L’intensità del contributo varierà a seconda del regime di aiuto prescelto:


REGIME DE MINIMIS

Spese minima ammissibile: € 50.000,00

Spesa massima ammissibile: € 300.000,00

Intensità massima del contributo: 70%

Contributo massimo erogabile: € 210.000,00

Avvio degli investimenti: 01/01/2023


REGIME DI ESENZIONE

Spese minima ammissibile: € 300.000,00

Spesa massima ammissibile: € 2.000.000,00

Intensità massima del contributo: Micro e piccola impresa 55% - Media impresa 45%

Contributo massimo erogabile: Micro e piccola impresa € 1.100.000,00 - Media impresa 900.000,00

Avvio degli investimenti: Giorno successivo alla presentazione della domanda

 

 

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sbloccata la Compensazione Crediti d'imposta Industria 4.0

Come già anticipato con la pubblicazione della notizia sul nostro sito internet il giorno 18/04/2024, l’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione del 13 aprile 2024, aveva sospeso l’utilizzo in compen

Utilizzo Credito d'Imposta Investimenti Industria 4.0

A seguito dell’entrata in vigore del recente D.L. 39/2024, è stata bloccata la compensazione dei crediti d’imposta, maturati dal 1 Gennaio 2023 e non ancora fruiti al 30 Marzo 2024, derivanti dall’acq

留言


bottom of page