top of page

Bando Veicoli Aziendali 2024 - Contributi per la rottamazione di veicoli aziendali inquinanti con acquisto di mezzi a basso impatto ambientale

Il bando è finalizzato a incentivare le Micro, Piccole e Medie imprese aventi sede legale ed operativa in Veneto alla rottamazione di veicoli aziendali inquinanti a fronte dell’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale di categoria M1 e N1. L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto in base alla massa del veicolo, alla classe emissiva e al livello di emissioni prodotte.

Ambito Soggettivo

Le richieste di partecipazione al bando devono essere presentate:

  • da Micro, Piccole e Medie Imprese;

  • da imprese aventi sede legali ed operative attive in Veneto;

  • imprese iscritte al Registro Imprese.

Sono escluse dalla partecipazione al bando le imprese operanti nei settori di: pesca e dell’acquacoltura, agricoltura e silvicoltura, anche come attività secondaria. Sono altresì escluse dalla presente misura le imprese attive nel settore del commercio/intermediazione di veicoli individuate da almeno uno dei seguenti codici ATECO (anche solo come attività secondaria):

45.11.01 – Commercio all’ingrosso e al dettaglio di autovetture e di autoveicoli leggeri

45.11.02 – Intermediari del commercio di autovetture e di autoveicoli leggeri

Investimenti Agevolabili

Sono ammissibili gli investimenti per l’acquisto di veicoli aziendali di categoria M1, N1, utilizzati per il trasporto di persone o di merci, di classe ambientale Euro 6D o superiore, con le seguenti tipologie di alimentazione:

  • Elettrica pura;

  • Ibrida;

  • Bifuel (Metano, benzina/metano e benzina/GPL);

  • Tradizionale (Benzina, Diesel);

  • Idrogeno.

È necessario che contestualmente all’acquisto del nuovo mezzo, venga rottamato un veicolo aziendale (M1, N1) per il trasporto di persone o merci, con alimentazione a benzina o bifuel fino a Euro 4/IV incluso e con alimentazione diesel fino ad Euro 5/V incluso.

La data di rottamazione del veicolo sostituito, rilevabile dal certificato di rottamazione, nonché la data di acquisto del nuovo mezzo (rilevabile in fattura), devono essere comprese tassativamente tra la data di pubblicazione del presente bando (05/04/2024) e il termine di chiusura del bando medesimo (13/01/2025). Non è ammissibile l’acquisto tramite noleggio, mentre è ammissibile l’acquisto tramite leasing.

I veicoli acquistati devono essere nuovi di fabbrica e immatricolati per la prima ed unica volta in Italia.

Inoltre, dovranno rimanere di proprietà dell’impresa per almeno 3 anni dalla data di prima immatricolazione, pena la restituzione dell’incentivo.

Il costo massimo ammesso per l’acquisto dei veicoli M1 è di € 45.000,00+IVA.

Misura Del Contributo

L’agevolazione è rappresentata da un contributo a fondo perduto che varia in base alla tipologia di mezzo acquistato, dalla massa, dal tipo di alimentazione e dal livello di emissioni; per maggiori dettagli si rimanda al seguente link del sito istituzionale della Regione Veneto: https://www.regione.veneto.it/web/ambiente-e-territorio/bando-veicoli-aziendali-2024.

Modalità di Richiesta

La misura si articola in due fasi.

Prima fase (“manifestazione d’interesse”). I richiedenti, a partire dalle ore 10:00 del 15/04/2024 e fino alle ore 12:00 del 14/06/2024, dovranno presentare la manifestazione di interesse online sulla piattaforma informatica Re-start, nella quale dovranno produrre la copia fronte retro della carta di circolazione del veicolo da rottamare, completa in ogni sua parte, intestata all’impresa richiedente.

La graduatoria delle manifestazioni d’interesse, stilata sulla base del veicolo da rottamare, della tipologia di impresa e della sede legale e operativa, sarà pubblicata nel BURV, entro il 30/07/2024.

Seconda fase. Nella fase che avrà inizio il primo giorno lavorativo successivo alla pubblicazione della graduatoria nel BURV e terminerà alle ore 12:00 del 13/01/2025, le imprese ammesse dovranno presentare la documentazione elencata all’art. 10 del bando.

L’istruttoria si concluderà con l’approvazione delle domande ammissibili e l’erogazione del contributo nell’ordine di posizione in graduatoria, fino ad esaurimento della somma stanziata.


Lo Studio rimane a disposizione per eventuale supporto.

71 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sbloccata la Compensazione Crediti d'imposta Industria 4.0

Come già anticipato con la pubblicazione della notizia sul nostro sito internet il giorno 18/04/2024, l’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione del 13 aprile 2024, aveva sospeso l’utilizzo in compen

Utilizzo Credito d'Imposta Investimenti Industria 4.0

A seguito dell’entrata in vigore del recente D.L. 39/2024, è stata bloccata la compensazione dei crediti d’imposta, maturati dal 1 Gennaio 2023 e non ancora fruiti al 30 Marzo 2024, derivanti dall’acq

Nuova Sabatini

La Legge di Bilancio per il 2024 ha rifinanziato, nella misura di 100 milioni di euro, la c.d. “Nuova Sabatini”, misura di sostegno agli investimenti in beni strumentali da parte di micro, piccole e m

Comments


bottom of page