Bonus investimenti Pubblcitari - modello di comunicazione Agenzia Entrate

Con il Provvedimento del Capo del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri datato 31 luglio 2018, è stato finalmente approvato il modello per la comunicazione telematica al fine della fruizione del credito d’imposta, istituito con l’art. 57-bis D.L. n. 50/2017 convertito dalla Legge n. 96/2017 a favore di imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali.

Per beneficiare dell’agevolazione è necessario che l’importo complessivo degli investimenti pubblicitari realizzati superi di un punto percentuale gli investimenti effettuati nei medesimi mezzi d’informazione dell’anno precedente.

Il credito d’imposta spetta in relazione agli investimenti effettuati esclusivamente sulla stampa nazionale e locale anche online dal 24 giugno 2017 al 31 dicembre 2017, rispetto al medesimo periodo 2016, dal 2018 per l’intero anno d’imposta. L’importo del credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, 90% nel caso in microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.

Il modello telematico permette di presentare sia la “comunicazione per l’accesso al credito d’imposta”, da presentarsi dal 1° al 31 marzo di ciascun anno, che la “dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati”, da presentarsi dal 1° al 31 gennaio dell’anno successivo.

Visto il ritardo con cui è stato emanato il modello, la dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati per il 2017 e la comunicazione per l’accesso al credito d'imposta per il 2018 vanno presentate dal 22 settembre 2018 al 22 ottobre 2018.

**************

Lo studio rimane a disposizione per eventuali necessità e chiarimenti in merito.

I più cordiali saluti.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Esportatori abituali – novità introdotte nel 2020

La presente per ricordare, in tema di esportatori abituali, alcune novità entrate in vigore durante l’anno 2020 e applicabili anche nel 2021. In particolare: la dichiarazione di intento non dovrà più