top of page

Comunicazione ENEA per lavori di ristrutturazione

Si informa che la legge di Bilancio 2018 ha introdotto l’obbligo di trasmettere all’Enea le informazioni sui lavori effettuati, analogamente a quanto già previsto per la riqualificazione energetica degli edifici.

Solo a decorrere dallo scorso 21 novembre è stato reso operativo il sito http://ristrutturazioni2018.enea.it ove effettuare l’invio dei dati richiesti.

La comunicazione dovrà essere effettuata entro 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.

Solo per gli interventi la cui data di fine lavori (o di collaudo) è compresa tra il 1° gennaio 2018 e il 21 novembre 2018 il termine dei 90 giorni decorre da quest’ultima data. Si allega tabella con gli interventi soggetti all’obbligo di comunicazione all’Enea, come enunciati dall’Agenzia delle Entrate.

COMPONENTI E TECNOLOGIE

INTERVENTO

STRUTTURE EDILIZIE

riduzione della trasmittanza delle pareti verticali che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno

riduzione delle trasmittanze delle strutture opache orizzontali e inclinate (coperture) che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi

riduzione della trasmittanza termica dei pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno

INFISSI

riduzione della trasmittanza dei serramenti comprensivi di infissi che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi

IMPIANTI TECNOLOGICI

sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione per il riscaldamento degli ambienti (con o senza produzione di acqua calda sanitaria) o per la sola produzione di acqua calda per una pluralità di utenze ed eventuale adeguamento dell’impianto

sostituzione di generatori con generatori di calore ad aria a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto

pompe di calore per climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto

sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto

microcogeneratori (Pe<50kWe)

scaldacqua a pompa di calore

generatori di calore a biomassa

installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati per una pluralità di utenze

installazione di sistemi di termoregolazione e building automation

installazione di impianti fotovoltaici

ELETTRODOMESTICI

(di classe energetica minima prevista A+ , ad eccezione dei forni la cui classe minima è la A)

forni – frigoriferi – lavastoviglie - piani cottura elettrici – lavasciuga – lavatrici (solo se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a decorrere dal 1° gennaio 2017

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Nuova Sabatini

La Legge di Bilancio per il 2024 ha rifinanziato, nella misura di 100 milioni di euro, la c.d. “Nuova Sabatini”, misura di sostegno agli investimenti in beni strumentali da parte di micro, piccole e m

Agevolazioni SIMEST

SIMEST ha attivato sei linee d’intervento per la presentazione delle richieste agevolative; si specifica che la spesa minima è di € 10.000. Si tratta delle seguenti misure: Transizione Digitale o Ecol

bottom of page