top of page

Credito d’imposta per partecipazione a fiere internazionali

Il D.L. n. 34/2019 (Decreto Crescita) introduce una particolare agevolazione per le piccole-medie imprese che partecipano a fiere internazionali.

L’agevolazione consiste nel riconoscimento di un credito di imposta alle Pmi, esistenti al 1° gennaio 2019, che nel 2019 sostengono le seguenti tipologie di spese legate alla partecipazione a fiere internazionali:

  • spese per l’affitto degli spazi espositivi;

  • spese per l’allestimento dei medesimi spazi;

  • spese per le attività pubblicitarie, di promozione e di comunicazione, connesse alla partecipazione.

Trattasi pertanto di tutte quelle spese che sono strettamente connesse alla manifestazione fieristica, da un lato come costo dello stand e relativo allestimento, dall’altro come attività pubblicitaria della partecipazione alla fiera stessa.

Il credito di imposta è pari al 30% delle spese sostenute, sino ad un massimo di Euro 60.000, e viene riconosciuto su domanda dell’impresa interessata, secondo l’ordine cronologico di presentazione, fino all’esaurimento del budget ad oggi dal Governo di Euro 5 milioni.

Il suddetto credito è ripartito in tre quote annuali di pari importo ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione in base all’articolo 17 del D.Lgs. n. 241/97; esso inoltre è riconosciuto nel rispetto delle condizioni e dei limiti degli aiuti “de minimis”.

Si evidenzia che le disposizioni applicative dell’agevolazione sono rimesse, come di consueto, a un Decreto Ministeriale di prossima emanazione che dovrà disciplinare:

  • nel dettaglio le tipologie di spese ammesse al beneficio (nell’ambito delle tipologie già sopra specificate)

  • le procedure operative per l’ammissione al beneficio;

  • l’elenco delle manifestazioni fieristiche internazionali di settore per cui è ammesso il credito di imposta;

  • le procedure di recupero nei casi di utilizzo illegittimo dei crediti d’imposta.

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Nuova Sabatini

La Legge di Bilancio per il 2024 ha rifinanziato, nella misura di 100 milioni di euro, la c.d. “Nuova Sabatini”, misura di sostegno agli investimenti in beni strumentali da parte di micro, piccole e m

Agevolazioni SIMEST

SIMEST ha attivato sei linee d’intervento per la presentazione delle richieste agevolative; si specifica che la spesa minima è di € 10.000. Si tratta delle seguenti misure: Transizione Digitale o Ecol

Comentários


bottom of page