top of page

Trasmissione telematica fatture e corrispettivi

oggetto: Trasmissione telematica fatture e corrispettivi

Il D.Lgs. n. 127/2015 ha introdotto, a decorrere dal 1° gennaio 2017, la facoltà per tutti i soggetti passivi IVA di trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate i dati di tutte le fatture emesse e ricevute e delle relative variazioni.

Inoltre, per i soggetti che svolgono attività di commercio al dettaglio o assimilate, è stata introdotta anche la facoltà di memorizzare elettronicamente i dati dei corrispettivi giornalieri e di trasmetterli in via telematica all’Agenzia delle Entrate.

I dati delle fatture emesse e ricevute dovranno essere inviati tramite un’apposita funzione disponibile nell’area riservata dei canali telematici Entratel/fisconline, mentre i dati dei corrispettivi dovranno essere inviati direttamente tramite i registratori di cassa che, a tal fine, dovranno essere adeguati ovvero sostituiti con appositi “registratori telematici” atti a tale funzione.

Vantaggi fiscali Per i soggetti che aderiscono a tale disciplina, facoltativa, sono concessi alcuni vantaggi fiscali:

- riduzione di due anni (l’aumento da un anno -termine originario come da D.Lgs. 127/2015- a due anni è previsto in un emendamento al DL. 193/2016) dei termini di accertamento per Iva ed imposte dirette relative a reddito di impresa e di lavoro autonomo (i termini di accertamento scadranno il 31 dicembre del terzo anno successivo all’invio della dichiarazione in luogo del quinto anno successivo); tale vantaggio è tuttavia subordinato alla garanzia della tracciabilità dei pagamenti effettuati e ricevuti, ossia è necessario che detti pagamenti, se superiori ad Euro 30,00, vengano effettuati con bonifico bancario o postale, carta di debito o credito, assegno postale o circolare recante la clausola di intrasferibilità; la sussistenza dei presupposti dovrà essere segnalata nella dichiarazione annuale dei redditi;

- esonero dalla nuova presentazione trimestrale dei dati Iva introdotta con D.L. n. 193/2016;

- diritto all’erogazione dei rimborsi in via prioritaria.

Semplificazioni in materia di corrispettivi La memorizzazione elettronica e la connessa trasmissione dei dati dei corrispettivi sostituiscono:  gli obblighi di registrazione di cui all'articolo 24 del D.p.r. n. 633/1972;  la modalità di assolvimento dell'obbligo di certificazione fiscale dei corrispettivi; resta comunque fermo l'obbligo di emissione della fattura su richiesta del cliente.

Esercizio dell’opzione Per aderire alla disciplina sopra descritta già a partire dal 2017 e conseguire pertanto i vantaggi conseguenti è necessario esercitare un’opzione da inviare telematicamente entro il 31 dicembre 2016; tale opzione avrà durata quinquennale, salvo revoca.

Sanzioni Qualora il contribuente abbia esercitato le opzioni già descritte, sono previste in caso di: - mancata memorizzazione o di omissione della trasmissione, ovvero nel caso di memorizzazione o trasmissione con dati incompleti o non veritieri; - omissione della trasmissione dei dati delle fatture ovvero di trasmissione di dati incompleti o inesatti.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Nuova Sabatini

La Legge di Bilancio per il 2024 ha rifinanziato, nella misura di 100 milioni di euro, la c.d. “Nuova Sabatini”, misura di sostegno agli investimenti in beni strumentali da parte di micro, piccole e m

Agevolazioni SIMEST

SIMEST ha attivato sei linee d’intervento per la presentazione delle richieste agevolative; si specifica che la spesa minima è di € 10.000. Si tratta delle seguenti misure: Transizione Digitale o Ecol

bottom of page